Roccasecca News

Tra pandemia e crisi economica, la priorità del Governo è ampliare la discarica di Roccasecca

Che non si dica che Roccasecca è tra i tanti paesi italiani di cui non si conosce neanche il nome. A quanto pare, al contrario di quello che si possa pensare, è tra i più attenzionati dalla politica. E non di quella che conta poco: Roccasecca è tra le priorità del Governo centrale. Che poi sia anche la patria di San Tommaso o di Severino Gazzelloni, è solo un dettaglio. Sarebbero potuti nascere ovunque. Invece, c’è da essere fieri. Roccasecca è quel paese indispensabile, unico e raro che ha il potere di risolvere ogni problema a un intera Regione. Roma è niente in confronto, la capitale nulla può rispetto alla supremazia di Roccasecca: perché è qui che esiste la discarica più mastodontica della regione (e non solo) e il Governo non vuol privare il paese di questo primato. Ci mancherebbe.

Non vuole che niente e nessuno le strappi questa leadership. E si sta impegnando, sta spendendo tutte le  energie per superare ogni ostacolo che possa impedire che la discarica diventi sempre più grande e sempre più importante nel ciclo dei rifiuti. Addirittura, nonostante il Covid, che li impegna così tanto tra DPCM, conferenze stampa, riunioni con il comitato scientifico, strategie per salvare il Paese da una crisi economica mai vista, il Consiglio dei Ministri non dimentica Roccasecca. A tal punto che, mentre si cerca di salvare quante più viete possibili dalla Pandemia, tanto è importante questo lembo di terra che il Consiglio dei ministri ha trovato anche il tempo per dare l’ok al VIA del progetto per ampliare la discarica. E se non è questa la dimostrazione che ci sia una particolare attenzione per Roccasecca… Pure perché, mica è la prima volta! E’ la terza, due delle quali in tempo di Covid.

Confermano di essere così tanto vicini al popolo roccaseccano che, se c’è un impedimento alla realizzazione del V bacino, trovano il modo di superarlo. Addirittura non riescono a far capire al loro Ministero, quello dei beni e le attività culturali, che la deve smettere di presentarsi ai tavoli con tutta una serie di opposizioni all’ampliamento. Mica ogni volta ci si può lambiccare il cervello per non fargli fare una magra figura! Non è mica così facile contraddire il tuo stesso ministero pur di realizzare questo benedetto V bacino.

E poi quel sindaco, quel Giuseppe Sacco che ha messo in piedi tutta una serie di opposizioni. Scava, scava e scava. Addirittura si è inventato che esiste una strada comunale che passa proprio dove si deve ampliare la discarica. Ma non ha altro da fare questo sindaco! Ma è mai possibile che non si rende conto che la politica farà modo e maniera per superare ogni suo puntiglio. Ma quali perizie, quali motivi ostativi. Invece di dire grazie, perché il suo paese è del cuore e nei pensieri della politica, si ostina a non capire  quanto impegno si profonda per non togliere il primato a Roccasecca. Che continui a intestardirsi e a spendere energie… prima o poi lo capirà: si supera tutto, il modo si trova, Roccasecca non deve essere seconda a nessuno.  

Se poi non si capisce neanche che Roccasecca è così importante perché addirittura permette alla Capitale di non dotarsi della sua discarica, ma lo è ancora di più perché nella quadro politico è il paese che permette al Governo di non creare tensioni tra la fanciulla Virginia e il pacifico Zingaretti, allora davvero non si ha la visione della politica. Sindaco, ma lei lo capisce che se Zingaretti (PD) impone a Virginia (M5S) di costruire una discarica qui saltano tutti gli equilibri? Ma lei lo capisce quanto è importante la sua Roccasecca nella politica nazionale? C’è da essere solo felici. E dica grazie semmai.

Mica è facile ogni volta trovare modo e maniera per asfaltare ogni suo puntiglio. Se non la smette prima o poi tutti gli sforzi della politica saranno vani e a lei resterà la magra consolazione di aver tolto la più grande discarica ai roccaseccani. A loro resteranno solo San Tommaso, Severino Gazzelloni, le splendide Gole del Melfa, i ruderi del Castello, dei borghi meravigliosi e un ambiente salubre. E pensi che noia se poi dovrà dedicarsi solo ad amministrare il paese, se dovrà prendersi solo la responsabilità di applicare il coprifuoco, se dovrà pensare a sanificare scuole, asfaltare strade e via dicendo. Sindaco, lei è davvero un ingrato.

   



Contatti

contatti

I più letti

  • Generic placeholder image
    Roccasecca tra le 24 città italiane green. La Chiesa suggell...

    Chi l’avrebbe mai detto: Roccasecca, il paese conosciuto altrove (nonostan...

  • Generic placeholder image
    Al fianco del sindaco Sacco contro l'ennesimo tentativo di u...

    Qualcuno evidentemente ha cominciato a capire che qui non si scherza. E come sem...

  • Generic placeholder image
    Al fianco del sindaco Sacco contro l'ennesimo tentativo di u...

    Qualcuno evidentemente ha cominciato a capire che qui non si scherza. E come sem...

Articoli Recenti

Consigli per gli acquisti