Roccasecca News

Emergenza rifiuti: il Ministero apprezza le richieste di Sacco e gela la Regione

Alle 15 di oggi si terrà, in seduta straordinaria e in modalità telematica una riunione regionale convocata per discutere la situazione dei rifiuti del Lazio, a margine della comunicazione della Mad con la quale si dice che da domani, primo aprile, la discarica è chiusa: più semplicemente, non c’è più posto per conferire i rifiuti di tutto il Lazio, compreso Roma capitale. 

Insomma, una riunione per sventare l’emergenza rifiuti quella che, da tempo, viene annunciata quando ripetutamente l’amministrazione comunale di Roccasecca invitava tutti a trovare un sito alternativo.

Non è stato fatto e non si comprende come, in un solo giorno, si possa rimediare all’immobilismo che ha caratterizzato gli enti preposti che forse hanno sempre pensato che tanto il problema si sarebbe risolto a Roccasecca.

Stavolta, però, con molta probabilità hanno pensato male. Perché se è vero, come è accaduto in passato, che quel che dice lo Stato è legge, allora lo stesso principio deve essere applicato anche ora. E sì, perché proprio in queste ore è il Ministero della transizione ecologica ad intervenire sulla vicenda e lo fa, anche in modo fermo e deciso. Lo stesso, che avrebbe dovuto partecipare alla riunione ha, invece, deciso di non farlo se prima non si farà chiarezza, una volta per tutte, su tutte le vicende che hanno visto protagonista il sito di Cerreto.

Ovviamente, e non a caso, questo intervento è il frutto delle iniziative messe in moto in questi giorno al sindaco di Roccasecca, Giuseppe Sacco che, a margine dell’inchiesta che ha portato alla custodia cautelare della direttrice del ciclo dei rifiuti della Regione Lazio, Flaminia Tosini e dell’imprenditore Lozza immediatamente ha fatto istanza di revoca delle determine che hanno autorizzato il V bacino.

Il ministero non si è sottratto dal ricevere le richieste di Sacco ma non solo. Ha sottolineato la puntualità delle argomentazioni, vale a dire che quanto riportato nell’istanza è degno di essere preso in seria considerazione ed in più ha ricordato alla Regione che il ciclo dei rifiuti della Regione Lazio è già attenzionato della Commissione europea con un procedimento che ancora oggi è aperto. Insomma il ministero considerando tutto, ha invitato la Regione a fornirgli  chiarimenti in merito a tutta l’istruttoria che ha portato alle autorizzazioni, per evitare che si ripetano le gravi criticità che si sono verificate già in passato.

Della serie prima di prendere ogni decisione e di pensare di risolvere ancora una volta il problema del ciclo rifiuti ampliando il sito di Roccasecca, in primis rendete conto di come si è proceduto sino ad ora, secondo e non meno importante, ogni futura iniziativa deve essere presa nel rispetto della legge e della salute ambientale.

Insomma se in questi anni, come aveva auspicato il sindaco di Roccasecca, si fosse individuato un sito alternativo non ci si sarebbe trovati a questo punto, ma tanto è.

Se poi proprio si volesse risolvere il problema dell’emergenza sin da domani mattina, si potrebbe tener conto della discarica di Colleferro che è lì, con tutte le autorizzazioni necessarie, pronta ad accogliere fino a 200mila tonnellate i rifiuti.  

Fortunatamente, e contrariamente a chi pensa che le iniziative del comune di Roccasecca siano un spreco di denaro pubblico, il ministero ha accolto ogni richiesta di Sacco e chissà, forse per la prima volta, si dovrà trovare un soluzione alternativa a Roccasecca.

Che non accada davvero! Sarebbe la giusta conclusione di una vicenda che, in queste ore frenetiche, vede il sindaco Sacco, testa alta e schiena dritta, continuare a tessere la tela che, perché no, potrebbe portare definitivamente alla chiusura del sito di Roccasecca.



Contatti

contatti

I più letti

  • Generic placeholder image
    Ciclo rifiuti: il Ministero chiamato a sostituire la Regione...

    Sembrano delle decisioni prese non tanto per risolvere il problema quanto per me...

  • Generic placeholder image
    La discarica chiude ma non è ancora finita: la Regione sembr...

    Si chiude. Sembra un miracolo ma dopo quasi 20 anni si chiudono i cancelli della...

  • Generic placeholder image
    Emergenza rifiuti: il Ministero apprezza le richieste di Sac...

    Alle 15 di oggi si terrà, in seduta straordinaria e in modalità te...

Articoli Recenti

Consigli per gli acquisti