Roccasecca News

Ciclo rifiuti: il Ministero chiamato a sostituire la Regione Lazio nell’individuazione degli impianti di smaltimento

Sembrano delle decisioni prese non tanto per risolvere il problema quanto per mettere delle toppe qua e là necessarie a non far sprofondare il Lazio nell’emergenza rifiuti. Ma di una gestione corretta e rispettosa delle normative, anche europee, neanche l’ombra.

Insomma se l’esaurimento e la chiusura della discarica di Roccasecca hanno, senza ombra di dubbio, rotto gli equilibri sui quali si regge una gestione dei rifiuti del tutto fantasiosa, nella quale non si rispetta la regola che ogni Ato (approssimativamente ogni provincia ndr) debba aprire e chiudere il proprio ciclo dei rifiuti attraverso i suoi impianti, è altrettanto vero che la Regione Lazio, tutto fa tranne che individuare i siti da adibire allo smaltimento. Benché, come ben si sa, la sua inadempienza sia stata accertata dalle sentenze del Tar che, più volte, ha intimato all’ente di individuare gli impianti.

Senza contare la vicenda di Roma Capitale con la quale, anche qui ormai da anni, va avanti un balletto di competenze che puntualmente viene risolto con un nulla di fatto. Anzi peggio: i rifiuti che dovrebbero essere smaltiti a Roma, che continua a non avere una discarica, vengono conferiti a Roccasecca. Almeno fino a qualche giorno fa, quando ancora c’era spazio nella discarica di Cerreto.

Insomma una situazione di stallo che si ripete come un mantra alla quale, sempre e comunque e soprattutto contro voglia,  ha per forza di cose posto rimedio la Provincia di Frosinone e soprattutto Roccasecca che non avrebbero alcun tipo di problema nella gestione dei rifiuti se la discarica di Cerreto non fosse stata sommersa da immondizia prodotta da altre città. Sarebbe tutto risolvibile se la Regione Lazio, così come dovrebbe essere, individuasse i siti di smaltimento facendo in modo, che una volta per tutte, ogni Ato sia in grado di essere autosufficiente così come prevede, il Piano dei rifiuti regionale. Ma non lo fa. Anzi invita le province a individuare i siti, ben sapendo che Roma non ha acluna intenzione di dotarsi di una propria discarica.

Ma allora se non lo fa la Regione chi è deputato a prendere tali decisioni?  

Da oggi è il Ministero della Transizione ecologica, chiamato a prendere in mano la situazione dal sindaco Giuseppe Sacco e dai colleghi di Frosinone, Pontecorvo, Aquino, Pastena, San Giovanni Incarico, San Vittore del Lazio, Colfelice, Piedimonte San Germano, Picinisco, Ceccano ed Atina. Ma siamo solo all’inizio: altri sindaci potrebbero aderire a breve.

Il primi cittadini, infatti, hanno presentato istanza affinché il ministro eserciti i poteri sostitutivi di sua competenza. Vale a dire che il dicastero dovrà individuare gli impianti per il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti in tutto il territorio della Regione Lazio nel rispetto dei principi di prossimità e di autosufficienza degli Ato. Di fatto un commissariamento della Regione.

Insomma se la Regione Lazio non è in grado di procedere in tal senso o se antepone la politica agli interessi dei cittadini, allora è necessario che un ente terzo, imparziale e competente assicuri una gestione dei rifiuti rispettosa delle normative.

Un’altra iniziativa concreta da parte da parte dell’amministrazione Sacco che punta a ridisegnare la geografia della gestione del ciclo rifiuti della Regione Lazio nel tentativo di rendere funzionale la rete impiantistica e di ristabilire la legalità.

 

 



Contatti

contatti

I più letti

  • Generic placeholder image
    Ciclo rifiuti: il Ministero chiamato a sostituire la Regione...

    Sembrano delle decisioni prese non tanto per risolvere il problema quanto per me...

  • Generic placeholder image
    La discarica chiude ma non è ancora finita: la Regione sembr...

    Si chiude. Sembra un miracolo ma dopo quasi 20 anni si chiudono i cancelli della...

  • Generic placeholder image
    Emergenza rifiuti: il Ministero apprezza le richieste di Sac...

    Alle 15 di oggi si terrà, in seduta straordinaria e in modalità te...

Articoli Recenti

Consigli per gli acquisti